foto di Brambilla-Serrani per Identità Golose
testo di Nike Baragli

Antonia Klugmann: viaggio qui e altrove

Viaggio qui e altrove è il nome che Antonia Klugmann ha scelto per il suo intervento a Identità Golose Milano, nell'ambito dell'edizione 2017 dedicata al tema del Viaggio.

Il Maialino di Cerere

Per tre giorni, intorno alla fine di gennaio, i Romani scongiuravano gli spiriti maligni e le forze avverse della natura perché lasciassero germogliare spensierati i semi che si...

Mano-Immissioni, racconti d'artigiani: Leonardo Lelli e i suoi caffè

La storia del Caffè Lelli è una storia di omini. Gli omini sono le piccole persone che fanno la differenza, piccole non per statura fisica o morale, ma per il loro agire...

Gelinaz: the best kept secret in history

The Grand Gelinaz Shuffle is the event where top chefs switch restaurants for a week and then simultaneously prepare a meal across the four corners of the world... for those dining at...

Il cliente ideale. Fenomenologia di Chiara Agostinelli e piccola guida per aspiranti.

«A luglio arriva una telefonata in ufficio, dicono che un tale Vizzari mi sta cercando. Prendo il telefono e una voce afferma di essere Enzo Vizzari dell’Espresso. Io...

Mano-Immissioni, racconti d’artigiani: Aquila del Torre

Fino a qualche secolo fa, sui colli orientali, esisteva un piccolo convento immerso tra i tralci delle vigne, al confine con un bosco popoloso. L’edificio era abitato da suore,...

Lo Matson: il mercato dove si coltivano relazioni

Un mercato all’aperto la prima domenica di settembre nel centro di Courmayeur: aria fresca, prodotti freschi e facce fresche. Social ancora prima che il termine fosse inventato,...

La cucina al cardiopalma di Diego Prado e Mariagrazia Soncini

La cucina del cuore è quella dei ricordi e delle emozioni risvegliate, una cucina che pulsa energie sanguigne e passionalità. Sul palco di AL Mèni due chef in particolare...

Una gelateria che non esiste: l'attrazione del circo di Al Mèni

È una gelateria dei sogni quella che si è materializzata in Piazzale Fellini, una gelateria che non potrebbe esistere se non nel clima circense di Al Mèni,...

Una boccata d'aglio fresco

La scalogna è una sfortuna cieca, uno scherzo della sorte. Alcuni fanno risalire l’origine della parola allo scalogno, prodotto cui si attribuiscono mitiche ascendenze negative:...

Grazie Massimo Bottura.

Arriva in sella a una Ducati sventolando la bandiera tricolore, gli hanno regalato un casco con disegnato un tortellino che indossa orgogliosamente, entra nel tendone del circo di Al...

Il Circus di Emilio Macias e Gianluca Gorini: un cerchio di storie, sapori, territori

Sotto il circo mangione di Al Mèni qui a Rimini, il fermento è continuo e l’attesa è tanta.

Mano-Immissioni, racconti d’artigiani: Davide Montorsi e Medulla

Cosa ci fanno il Maestro Yoda, Michael Jordan, Johann Wolfgang von Goethe e Rudolf Steiner in una legatoria a Modena? La domanda un po’ paradossale ha una risposta concreta: ispirano...

Mano-immissioni, racconti di artigiani: Federico Orsi e il Vigneto san Vito

Potrebbe sembrare oltraggioso cominciare una storia su un vignaiolo parlando di aceto, ma il vino, si sa, concede e legittima. 

Bugs, o degli insetti che vanno al cinema (e in padella)

Fa più notizie che al Tribeca Film Festival abbiano un ruolo da protagonista gli insetti, o che ce l’abbia uno chef sardo?

Senes, undici ritratti dal secolo scorso

Gli uomini, come i frutti, maturano: gli uni giungono alla maturità, gli altri alla maturazione.

Margarita Forés. La madre, prima di tutto

Sul palco di Identità Golose 2016 sono salite poche donne. Quest’anno come l’anno scorso, e tutte le edizioni precedenti....

Il rap francese della drogheria italiana. Storia di un'antica bottega del 2016

Se i negozi potessero cantare, RAP. - épicerie fine italienne a Parigi, intonerebbe forse le parole di Gaber: “io non mi sento...

Sapore di Amburgo, sapore di sale

Amburgo ha il sapore di un'aringa mangiata a colazione al mercato del pesce.

Anche se, in realtà, dire aringa e basta è un po' riduttivo. Quell'aringa mica è...

Di libri, rivoluzioni dolci e torte (di pesce) leggendarie

La storia della biblioteca di Alma è una di quelle storie così belle che, pur con tutta la forza di volontà e l'immaginazione possibile, fatichi a immaginare possano...

Care's, l'etica dello chef e il ristorante felice

Nei giorni in cui le Dolomiti registrano le temperature più fredde dell’anno, a Care’s – l’edizione zero della nuova manifestazione ideata dallo chef...

Il potere dell'amaròt

Fa freddo e la gente cammina veloce con i pacchetti luccicanti che spuntano dalle borse di carta: le luci intermittenti scaldano la sera, si spengono e ci...

Stiamo festeggiando per voi

Ci sono adagi di saggezza popolare da cui alcune professioni sono escluse. "Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi", ad esempio.

La poesia (ermetica) del Bue Grasso di Carrù

È difficile spiegare cos'è il Bue Grasso di Carrù a chi non c'è mai stato. Non è inquadrabile a recensioni, dati e fotografie - e in questo, certo, la nebbia langarola non aiuta. Ma sta proprio in questa incomprensibilità il suo fascino così al di fuori di ogni criterio con cui normalmente giudichiamo l'appetibilità...

A piccoli baci di Mezcal, che porta le feste e la rivoluzione

Il tuo bacio è come un rock. O come un sorso di mezcal.

Volta la carta. Enologica 2015 torna a Bologna

Dimmi cosa vedi. Splende la Luna del Lambrusco di Sorbara o scalda il Sole dell'Albana? Chi comanda, nelle tue carte? La seduzione dell'Imperatrice, con le sue ampolle di fascino...

Il Refettorio Ambrosiano, incontro degli opposti

Ho trascorso gli ultimi sei mesi in una mensa per senzatetto in compagnia dei migliori chef internazionali. Mi chiamo Cristina Reni: ho fatto la giornalista in Venezuela, studiato Storia...

Sui Monti Iblei, dove le erbe curano e i cuochi guariscono

Il percorso che ha portato Sebastiano Formica a cucinare è lungo e ondivago, un po' come le strade - anzi, la strada, perché ce n'è una sola - che da Catania porta...

L'avocado di se stesso. Apologia di una coltura biodiversa

 

Il gesso come la farina, indagine tra scultura e food design

Da pochi giorni la GALLERIAPIÙ sta ospitando la mostra Il gesso come la farina di Giulia Bonora. Un progetto a metà...

Hai mai mangiato un ghiro?

Molti di noi possono risultare particolarmente impressionabili nell’età compresa tra i quattro e i dieci anni, qualcuno lo rimane più a lungo e continua a vivere di...

Alice nel paese delle meraviglie

Il mare per gli italiani è una questione personale. Un fatto culturale e passionale. È una canzone di De Andrè o di Lucio Dalla. È un ricordo per tutti legato...

Il collio dai piedi d'argilla

Il color Rame domina i campi attorno a Vencò. L’argilla tinge i suoli del Collio friulano, al confine con la Slovenia. I coltivatori della zona chiamano questo terreno o...

Appuntamento col cacio

Li incontro a Bra, città in provincia di Cuneo dalle vie acciottolate che salgono, scendono, si scaldano al sole e poi si nascondono, per aprirsi infine...

L'uomo che cucinava le montagne

"La montagna è grezza. È bellissima. È bastarda".

L'Emilia Romagna è un viaggio - Acqua, aria, terra come strade. Fuoco come passione e creatività. Gli elementi del viaggio verso Expo

 

Io sono un sardo. E sono un artigiano.

Nulla dies sine linea.

L'armonia del vino e della terra di Olianas

Capire ciò che non si riesce a vedere. Se dovessimo indicare un presupposto del biointegrale, una frase in cui riassumerne il senso e la filosofia, sarebbe questa. Biointegrale...

Di déjeuner, Grand Hotel e sogni che non invecchiano

Ci sono luoghi che sembrano nati per evocare sogni. Posti che non appartengono alla geografia fisica, ma a quella onirica. Puntini che si uniscono, nel...

Feed the circus

Il circo è street life. È nomadismo a cavallo di trucks.

La cuisine, le ménage et l’amour

Fra tutte le coppie di chef che si sono esibite sotto il tendone da circo di Al Mèni, ce ne è una che fa coppia fissa anche nella vita da otto anni: si tratta di Tatiana...

Anatolia Slow

C’è un formaggio Gruyère proprio come quello svizzero che però arriva dalla Turchia. Questo accade perché alla fine del 1800 l’impero russo occupò...

Il coniglio che estrasse una trota dal cilindro. La wonderland di Vladimir Mukhin.

Dalle vetrate del sedicesimo piano dello Smolenskiy Passage si percepisce una Mosca sterminata e imponente. Lo sguardo resta però confinato entro i limiti statici della geografia...

Il tegliaio di Montetiffi

«La cultura è ciò che ti rimane dopo che hai dimenticato tutto il resto», dice Maurizio Camilletti, l'unico artigiano che produce la tradizionale Teglia di Montetiffi,...

Venghino signori venghino...

Ai pulcini vengono recise le ali, qualcuno addenta saponette, un cavallo si libra in volo e l’amore ostenta la sua indole splatter e animalesca mentre dita smaltate di mani paffute...

Gennaro e il viaggio della pizza

“Si può viaggiare in tantissimi modi: c’è chi viaggia sempre e non parte mai; c’è chi parte e va lontano senza bisogno di viaggiare; c’è...

Il latte +

Una ricetta di Enrico Crippa

Latte ancestrale. Ciò che veramente conta

Il latte. Eccolo che t’investe con il suo aroma leggermente caramellato e ti trasporta lontano nel tempo.

Piccola e incompleta enciclopedia del latte

Più di un anno fa a Londra venne aperta una gelateria che serviva un fiordilatte fatto da latte materno. Il gusto Baby Gaga, venduto a 23 sterline, era fatto con il latte di quindici...

Dell'abbinamento ostriche e limone potremmo parlarne per ore ...

Le ostriche possono essere dolci, cremose, carnose, burrose, con un sentore di noce, di melone o cetriolo, oppure un sospetto metallico, di minerale e rame, e ovviamente salmastro e oceanico. Per...

Ostrica, amor fou!

Ho imparato a mangiare le ostriche solo qualche anno fa e non è stato di certo un colpo di fulmine. A dirla tutta, la regina delle conchiglie è rimasta per molti anni in cima alla lista...

La cacciata dal paradiso: tutta colpa di latte e ostriche

Molti pensano che sia stata la Lussuria a farci cacciare dal Paradiso terrestre. Sbagliato. È stata la Gola. La reale colpa di mademoiselle Eva fu quella di perdere la testa per...

Sébastien Beaupère, lo scultore del pane.

Un uomo riservato, silenzioso, dallo sguardo profondo, che pur non amando parlare di sé, ama quello che fa e lo racconta con estrema naturalezza. Questo è Sèbastien.
Trovare una parola che identifichi il suo lavoro, non è facile: si potrebbe pensare a panettiere, ma non basterebbe. Creatore di pane e consulente panificatore, forse....

Fukushima Soup

“Mettersi nelle mani di”, un’espressione idiomatica che ritroviamo uguale in lingue diverse. La stessa simbologia, evocata con tanti accenti e altrettante sfumature. I put myself in your hands. C’est entre les mains de dieux. La metafora perfetta per evocare quell’atto di scriteriata e sublime follia che è fidarsi completamente...

In direzione ostinata e contraria

Camminava all’indietro, Mario. Aveva 18 anni, la Guerra era finita da poco, in tutta la provincia non c’era un ponte che avesse retto i bombardamenti e a traghettarti da una sponda all’altra dei fiumi erano i barcaioli; appena oltre Torino i boschi fiancheggiavano le strade e la campagna si estendeva priva di confini, dorata e terrosa.

La formidabile storia dei Reed Hook Food Vendors

Trovare un nesso tra pallone e generi alimentari che vada oltre all’hot dog da stadio, potrebbe sembrare effettivamente difficile. Eppure, pur non essendo una tifosa, mi sono imbattuta in una storia appassionante fatta proprio di calcio, di generi alimentari e di generi umani.

Scenografia e, in parte, protagonista è Red Hook, un...

Le api non hanno le scarpe

Le hanno disegnate perfino sulle pitture rupestri. Sì, accanto ai mammut e ai bisonti, così piccole che nessuno le nomina mai. E invece eccole lì, minuscole e discrete eppure sempre presenti, fin dai primordi. “In pochi se ne rendono conto, ma sono loro le migliori amiche dell’uomo. In Arizona esiste un’intera foresta pietrificata,...

Gelato + Geology = Gelatology

L'incontro con raffigurazioni alimentari in inquietanti ricettari vintage ha scatenato l'accostamento con rappresentazioni didattico-geologiche e le schematizzazione scientifiche, altamente funzionali e decorative.

 

Abbiamo osservato iper-strutturati gelati industriali, stampi architettonici, monumentali...

DEMANIO STREET FOOD

E’ la tradizione dell’Italia minore, della provincia e dei mercati rionali, è l’immagine trendy degli eventi metropolitani; è la conoscenza al microscopio delle tradizioni popolari in ogni parte del mondo, è l’ennesima declinazione dell’essere up do date rispetto...

Il mercato sono storie

Al banco del pesce le cozze sono finite. Anzi, più precisamente sono i móscioli ad esser finiti. Così, nella zona di Ancona, chiamiamo le piccole e gustosissime cozze selvagge che tradizionalmente vengono pescate in apnea alle pendici del Conero, il monte che i greci battezzarono komaros (corbezzolo), per via dell’arbusto,...

Il colore puro è un ortaggio, o un frutto, o ...

Quando meno te l'aspetti un tipetto biondino di neanche dieci anni si fa notare dicendo:

Faked Meat: perché imitare carne vera quando non vuoi mangiare carne?

La popolazione mondiale sta crescendo e nei prossimi anni la produzione di carne sarà insufficente. Al supermercato sono in commercio surrogati di carne: prodotti a base di soia che simulano salsicce, hamburger, polpette di carne. Faked Meat è un progetto che la desginer Marije Vogelzang...

L'agnello di Pep

Il giorno che arriviamo a Cal Pauet sembra un giorno di primavera. Siamo a L'Espunyola, un piccolo paese, un nucleo di case molto antico nel Berguedá, regione del Nord della Catalogna. Se si guarda bene all'orizzonte, i Pirenei.

 

Arriviamo...